Per descriverlo potremmo usare le parole più tecniche e competenti, come fanno quelli bravi.

La verità è che un classico non si descrive. Si assaggia. E quando lo assaggi è buono.